ZerOnitro

ZerOnitro nasce dalla collaborazione tra FerraraBio srl ed enti di ricerca quali Consorzio Futuro in Ricerca, Università degli Studi di Ferrara e Università di Modena e Reggio Emilia nell’ottica della salvaguardia e del rispetto del suolo, delle risorse idriche e dell’atmosfera.

Acquisizione da parte di FerraraBio della licenza d’uso dei brevetti “metodo per trattare sostanze organiche e per realizzare un fertilizzante” numero 0001418227 e “impianto per trattare sostanze organiche  e produrre un materiale fertilizzante” numero 0001421341 per lo sviluppo dell’impianto ZerOnitro.

ZerOnitro consente la riduzione dell’impatto ambientale attraverso un più semplice smaltimento dei rifiuti zootecnici, la riduzione delle esalazioni maleodoranti, mediante abbattimento dei gas ammoniacali, e delle emissioni dei gas ad effetto serra.

Zeronitro rappresenta un impianto innovativo per il trattamento di varie tipologie di reflui zootermici mediante l’utilizzo di materiali geologici naturali;

ZerOnitro punta all’eliminazione dell’azoto ammoniacale contenuto nei reflui tramite un processo completamente naturale ed il suo immagazzinamento in rocce dalle uniche proprietà chimico-fisiche.

Al termine del processo di trattamento dei reflui si ottiene un ammendante biologico certificato, ricco di azoto, fosforo, potassio ed acqua, capace di migliorare le proprietà chimico-fisiche e biologiche del suolo in modo permanente.

Tale ammendante è in grado di aumentare l’efficienza nell’utilizzo dell’azoto da parte delle colture, riducendo sensibilmente le perdite di nutrienti per lisciviazione e/o emissioni gassose dannose per l’uomo e l’ambiente. In questo modo si ottiene un apparente paradosso che a fronte di una riduzione del carico di fertilizzanti si ottiene un aumento della resa produttiva.

Richiedi la brochure di ZerOnitro

Linee guida per la regolamentazione regionale e nazionale in materia di prevenzione dell'inquinamento da nitrati